All posts tagged gaia

l’attesa

20120621-071958.jpg
forse ci siamo… stavolta ci siamo.
a mezzanotte sono iniziate le doglie, prima leggere e ad intervalli lunghi, poi sempre più frequenti e dolorose.
non sapevamo se venire in ospedale per paura che ci rimandassero a casa.
poi peró alle 3.45 ci siamo messi in macchina e siamo arrivati al santo spirito.
avevamo fatto bene: carlotta è in travaglio e in questo momento io sono in sala d’attesa mentre lei è a fare il monitoraggio.
ha le contrazioni ogni 3min esatti e durano esattamente 45sec. la natura e il corpo umano a volte sembrano macchine perfette.
io sono qui da solo, nel corridoio.
nella testa mi frullano 5 milioni di pensieri. paura, curiosità, terrore, ansia. mi si sta arrovellando il cervello. ho talmente tanti pensieri che non riesco a portarne a termine uno prima che il successivo prenda il sopravvento.
sono pronto? bah! finora sono stato iper tranquillo, forse proprio perchè non ho mai realizzato a pieno quello che ci stava per succedere.
ora che sono di fronte fisicamente a questa situazione le cose cambiano.
si, ho paura. ho paura di non essere all’altezza. in fondo essere padri non è una materia che si studia. si impara strada facendo.
il problema è che si impara sulla “pelle” di tuo figlio, insomma non è proprio come essere bocciato ad un esame.
poi peró penso che ci sono passati tutti e in fondo sono tutti sopravvissuti.
l’esperienza che ci aspetta stravolgerà totalmente le nostre vite ma noi la prenderemo sempre e comunque con la spensieratezza che ci contraddistingue.
a più tardi!

10 giorni dopo

sono passati poco più di 10 giorni da quando abbiamo portato gaia a casa. che dire? sicuramente “ogni scarrafone è bello a mamma sua” ma noi ci siamo veramente innamorati di questa ragnetta!

certo, piange, poi mangia, poi fa la cacca e poi piange, e ripiange… dormiamo poco (a dir la verità io più o meno dormo, carlotta invece poverina allatta a ciclo continuo) ma in quei pochi momenti in cui non dorme o non piange (o non sta mangiando) ci si apre un mondo!

è piccolissima, non arriva nemmeno a 3 chili, quando la prendi in braccio dopo il latte cade tipo in coma, come se si fosse fatta una canna! fa troppo ridere, è totalmente in balia di chi la prende e la muove a suo piacimento.

poi si racchiude a uovo, tira su le gambe e le braccia e si mette a dormire (per poco) sopra il petto mio o di carlotta. in quei momenti ci squagliamo un po’, dobbiamo dire la verità! eh vabbeh… cheddevifa?

altre foto della ranocchietta


la chiamiamo proprio così, la ranocchietta.

ogni volta che la prendiamo in braccio dopo il latte si chiude tutta a ranocchietta, tira su le gambe e sviene sulla spalla!

il latte le fa effetto droga… fa troppo ridere dopo la poppata, fa tutte le facce più strane del mondo… quanto è bona! :-)

la prima estate di gaia

facetime con gaia

fare facetime (video conferenza) con gaia dopo pranzo è veramente figo… mi guarda sull’iphone e cerca di blaterare qualcosa… uno sballo!

ciuccio o non ciuccio?

questo il vero dilemma per gaia che cerca di addormentarsi… non si da pace!

diciamo pure che la musica rocchettara sotto non aiutava troppo… che genitori scellerati!

la prima volta di gaia in piscina

oggi abbiamo portato gaia per la prima volta in piscina, a fare baby-nuoto, ovvero il corso di acquaticità.

beh. è stata una sorpresa. non solo non ha mai pianto ma era totalmente a suo agio… si è divertita, ha nuotato a dorso, è andata sott’acqua… insomma se l’è proprio spassata.

qui va in apnea

qui fa anche il dorso

l’insegnante ha detto che è molto precoce, di solito così piccoli (5 mesi) non ce li porta nessuno e cmq la primissima volta tutti piangono come disperati e non gli piace. invece lei si è divertita un casino, era attratta dall’acqua e dai pupazzi che galleggiavano, ma soprattutto batteva i piedi in maniera totalmente naturale!

dopo la nuotata è svenuta in un sonno profondissimo, come se avesse attraversato lo stretto di messina a nuoto!

ve la ricordate la bambola camilla?

ecco, noi ce la siamo comprata in versione “umana”, le mancano solo i capelli!

il primo aerosol!

il primo aerosol!

gaia ce la siamo fatta su misura… oggi aveva un po’ di raffreddore e si lamentava perchè respirava male. allora ho deciso di farle l’aerosol anche se temevo che sarebbe stata un’impresa ardua perchè mettere una mascherina in faccia ad una bimba di 6 mesi con tutto il rumore della macchinetta sarebbe stato difficile.

invece appena le ho messo la mascherina non ha fatto un fiato! si è messa lì in braccio a me e si è sparata 20 minuti di aerosol senza fiatare! meravigliosa!