All posts in noitrepercaso

che dire… semplicemente che saremo in 3!

scrivo questo post al rientro da cevo, il paese dei miei nonni in valtellina dove da piccolo passavo gran parte delle estati. siamo rientrati da cevo perchè abbiamo fatto il ponte di ognissanti lì, insieme ad una coppia di amici.

ed è proprio lì che abbiamo scoperto che carlotta è incinta! ebbene sì, sembrerebbe proprio così. ma andiamo con ordine.

dove mi giro mi giro ho sempre sentito che per rimanere incinta bisogna essere pazienti, bisogna non farsi prendere dall’ansia da prestazione, che ci vuole tempo ecc. ecc… partendo da questi presupposti, al rientro di carlotta da un viaggio a bangkok, visto che cmq ne parlavamo da un po’, decidiamo di fare il grande passo in maniera molto molto easy, senza quasi pensarci, tanto mi ero detto che se capitava chissà tra quanto. invece è successo subito, immediatamente, al primo mese, botta secca come si dice.

come lo abbiamo scoperto? visto che non siamo una coppia normale, che si chiude in casa ad aspettare i risultati del test abbracciati e cose del genere ecco come è realmente andata. carlotta dice che se lo sentiva, che avava un ritardo di due giorni e che per lei erano troppi. io continuavo a dire “vabbeh ma stai serena, 2gg, manco ti ricordi che hai mangiato ieri figurati se ti ricordi la data in cui ti devono venire…” vabbeh, fatto sta che il giorno in cui decidiamo di andare a st. moritz col trenino del bernina express, ci fermiamo in una farmacia a comprare il fatidico test sulla gravidanza. io le continuavo a dire che forse era meglio farlo da soli con calma a roma ma tanto, testarda com’è, non mi ha voluto sentire.

saliti sul trenino va in bagno (devo dire effettivamente un bagno grande, non come quelli delle FS, tutto pulito e luccicante) mentre io aspettavo seduto al mio posto insieme alla coppia di nostri amici. dopo 5min mi manda un sms dicendomi di raggiungerla in bagno così aspettavamo insieme. beh, appena entrato, lo stick del test era inequivocabile: due lineette fisse e belle rosa definite: incinta!

che succede in quei momenti? intanto io, personalmente, non ci ho capito veramente una mazza… continuavo a chiedere “vabbeh, ma che significa 2 lineette?” quando la spiegazione era scritta bella grossa accanto… l’avrò chiesto 3 volte, una cosa senza senso.

poi mentre cercavamo di realizzare, mentre ci abbracciavamo, mentre ridevamo e mentre io dicevo che avevamo fatto il patatrak, la gente fuori smadonnava che voleva entrare in bagno, chi in italiano chi in tedesco stavano tutti fuori a smadonnare!

dopo un bel respiro siamo usciti e abbiamo liberato il bagno, con la gente che ci guardava malissimo.

visto che abbiamo sempre detto di non voler dire niente a nessuno fino almeno al terzo mese, dovevamo far finta di niente anche di fronte ai nostri amici ma la cosa non è stata proprio semplice, tutt’altro.

io, per almeno mezz’ora, sentivo tutto ovattato, mi sembrava di vivere per un po’ al di fuori dal mio corpo. rispondevo a tutti, interagivo con le altre persone ma era come se fossi in un altro posto. pensavo a circa 1 miliardo di cose contemporaneamente, a come sarebbe cambiata la nostra vita, alle cose che dovevamo fare, alle cose che non potevamo più fare (sigh), e a cose anche stupide come il fatto che avrei dovuto smontare l’armadio in cameretta per fare spazio e che non avrei avuto idea di come fare! :-)

insomma, un bel trip di emozioni… altro che funghetti allucinogeni!

il giorno dopo carlotta ha fatto il secondo test (per sicurezza) e il risultato è stato il medesimo! guardate quanto è bella la mia mogliettina appena sveglia con il test in mano!

insomma, ci aspetta una bella avventura che però non potrò ancora raccontare pubblicamente… intanto io scrivo e salvo come bozza!

alla prossima!

carlotta è diventata una xmen

da quando è incinta carlotta è diventata una x-men… avete presente quei personaggi che hanno i superpoteri? beh lei è una di quei personaggi

insomma da quando è incinta ha sviluppato il superolfatto, sente gli odori ad una lontananza incredibile, oppure sente degli odori che io non sento minimamente!

figuratevi che sente l’odore delle puzzette prima che le faccio! (scherzo ovviamente!)

sviluppasse pure la supermemoria, anzi, nemmeno la super, basterebbe che sviluppasse una memoria normale!

la prima ecografia

oggi siamo stati a fare la prima ecografia. siamo entrati, carlotta si è sdraiata e ha scoperto la pancia. il dottore ha cominciato a posizionare lo strumento e magicamente sul monitor è apparsa una macchia tutta stortignaccola, una sorta di sacca nera.

chiaramente all’inizio non si capiva nulla ma poi il dottore, posizionando meglio lo strumento e zoomando per bene, ci ha fatto vedere “cosetto” (per ora lo chiamiamo così, cosetto in fondo è figo come nomignolo).

insomma cosetto era solo una serie di pixel più chiari in un mare di pixel neri. la cosa straordinaria è che, zoomando ancora di più, il dottore ci ha fatto vedere il cuoricino che batteva e quello si vedeva bene! beh, erano più una serie di pixel che si spostavano velocemente, però è stato bellissimo.

e poi diciamoci la verità, pure se cosetto è 9,8mm, nemmeno 1 centimetro, vederlo per la prima volta su quel monitor, vedere il suo cuoricino e soprattutto sentire il suo battito è stato veramente molto emozionante! bello bello bello!

cmq tutto bene, ha detto che è tutto nella norma ed è tutto sotto controllo!

menomale che c’è la tecnologia!

anche perchè se fosse per carlotta saremmo veramente in braghe di tela! ma partiamo dall’inizio, come è solito fare…

alla prima visita ginecologica, alla domanda “quando ha avuto l’ultima mestruazione?” carlotta è entrata in panico e, come suo solito fare, ha sparato una data più o meno a caso, ovvero il 29 settembre. da quella data, fondamentale, partono tutti i calcoli per le analisi, le ecografie, le misurazioni del feto, la data del parto ecc. ecc.

oggi abbiamo fatto la prima ecografia “seria” in cui cosetto, anche chiamato intimamente “ttrrrrr” per via della velocità del battito cardiaco misurato, aveva effettivamente un aspetto umano, insomma era riconoscibile la testa, il corpicino, le gambe, le braccia… insomma si capiva che era veramente uno di noi!

quando carlotta ha confermato alla dottoressa che le ultime mestruazioni erano del 29 settembre, la dottoressa ha fatto una faccia strana perchè le misurazioni che stava facendo non le tornavano… era più grande dei calcoli fatti basandosi sulla data del 29 settembre, quindi c’era qualcosa che non quadrava. rivedendo tutte le misure, la lunghezza del corpo, la dimensione del cranio ecc. ecc. la dottoressa ha detto che carlotta era incinta da 12 settimane +5 giorni, ovvero di una decina di giorni in più di quanto dicesse carlotta. alchè, carlotta, ripresasi dallo shock di vedere che dentro di lei qualcosa di umano stava crescendo, ha detto “ahhh forse mi sono sbagliata la data delle ultimi mestruazioni…”

senza parole, veramente senza parole!

cmq, passiamo alla visita…

dire che sia stata emozionante è veramente poco… qui vedete una foto ma muovendo lo strumento tttrrrr si vedeva in 3D ed era fighissimo… aveva le mani davanti alla faccia e le gambe incrociate. stava dormendo e non si voleva svegliare (si doveva svegliare per prendere la misura del cranio perchè in quella posizione non era possibile farla). la dottoressa ha spinto sulla pancia e ttrrrr si è svegliato (dorme come la madre, non c’è niente da fare, non se sveglia manco con le cannonate) e ha mosso testa, braccia e gambe, faceva veramente impressione!

insomma, bellissima emozione!

impazzire per un passeggino

stiamo letteralmente impazzendo per trovare il giusto passeggino per il/la marmocchio/a. ci sono tanti di quei modelli e funzioni in giro che è da diventare stupidi!

prima eravamo convinti del chicco, stavamo lì lì per comprarlo ma poi ce lo hanno sconsigliato. e ci hanno messo in crisi. seriamente!

mi sono messo a girare su internet e il mondo sembra impazzito per i passeggini, una cosa senza senso. ma quanti modelli e colori esistono? avete presente l’infinito? ecco, aggiungete un po’ e avrete il numero esatto di tutte la varianti esistenti.

chiaramente ognuno su internet dice la sua, ognuno ha il suo consiglio e ognuno dice che il suo è il migliore. chiaramente.

oltretutto questi passeggini costano quasi come una vespa, alcuni hanno dei prezzi allucinanti.

alla fine siamo orientati per l’inglesina zippy trio. non voglio leggere più nessun commento su internet. prenderemo quello e basta, altrimenti divento stupido a forza di cercare tra i vari forum!

prevedo un travaglio singolare

siamo al corso preparto, dove le gestanti dovrebbero imparare a gestire questo momento tanto sconvolgente quanto stupendo. in questo incontro sono invitati anche i futuri papà, insegnano come gestire le contrazioni durante il travaglio.
si parte con il rilassamento, ovvero spiegano come rilassarsi tra una contrazione e la successiva. fanno sdraiare le future mamme su un materassino e iniziano una sessione di rilassamento.

dopo circa 5 minuti simulano una contrazione dove dicono di respirare profondamente con il naso e espirare con la bocca. mentre c’è la finta contrazione l’ostetrica batte le mani e alza la voce. tutte, ma proprio tutte, cominciano a respirare più forte. mi giro verso carlotta che sembra respirare normale. non fa come le altre

la cosa si ripete per ben 4 volte e tutte e 4 le volte carlotta non segue la respirazione come facevano tutte. beh, la spiegazione è semplice: si era addormentata! ma si può dico io? cioè l’ostetrica strillava e batteva le mani quando c’era la finta contrazione, e lei invece stava proprio facendo una pennica!

non contenta di ciò, si sveglia, va in bagno a fare pipì esattamente quando l’ostetrica spiega come posizionarsi quando bisogna spingere il bambino fuori.

che dire: a meno che non prendiamo ripetizioni, in quel momento improvviseremo!

ed ecco a voi il marmocchio o la marmocchia

questa è la ecografia 3D appena fatta… purtroppo non era posizionato benissimo, aveva le braccia davanti al viso e la ginecologa non è riuscita a fare la eco come avrebbe voluto. vi dico solo che ad un certo punto si stava ciucciando il cordone ombelicale!

fatto sta che questa foto è la migliore che sia venuta… dicono che assomigli tutto al papà… certo, poi bisogna vedere chi è effettivamente il padre! :-)

comunque siamo proprio contenti, adesso non vediamo più l’ora che esca e si faccia vedere per bene!

sta diventando mamma (forse)

attenzione, attenzione. carlotta sta stirando per la prima volta in vita sua… cosa? i vestitini del marmocchio/a!

non era mai successa una cosa del genere, fatto sta che non sapeva nemmeno come si accendeva il ferro da stiro, gliel’ho dovuto spiegare io.

fosse fosse che sta diventando “mamma” e che le sta nascendo quell’istinto primordiale da chioccia!?

io intanto un paio di camicie mie gliele nascondo tra le varie cose che sta stirando, non si sa mai!

tanti auguri bacco!

eh già… sono 33 +9 mesi… del marmocchio/a che sta dentro la pancia!