Archive for maggio, 2012

ponte del primo maggio in puglia

potevamo farci mancare un ponte e andarcene in giro? certo che no… solo che quest’anno, per ovvie ragioni logistiche di panza, siamo rimasti in italia e, insieme a marco e laura, ce ne siamo andati in puglia.

siamo partiti sabato mattina, direzione alberobello, a vedere i famosi trulli, le costruzioni tipiche pugliesi.

primo stop, però, a trani, a vedere la bellissima cittadina che si affaccia sul mare con la stupenda chiesa in stile romanico. e qui la prima sorpresa, l’accoglienza della gente della puglia.

erano le 2 e mezza, tutti i negozi erano chiusi e noi chiaramente avevamo una fame del demonio. per strada vediamo un ragazzo con una maglietta con dietro scritto “caseificio qualcosa”. carlotta, salta giu dalla macchina in preda alla fame e gli chiede dove sta il loro caseificio. questo ragazzo, gentilissimo, ci dice che aveva chiuso ma che avrebbe aperto per darci qualche prodotto tipico!

insomma, detto fatto. riapre la serranda e ci accoglie con dei nodini di mozzarella freschissimi, tanto per assaggiare. poi ci fa assaggiare della ricotta forte, uan ricotta stagionata che ha un sapore fortissimo. insomma, siamo usciti di la con nodini, mozzarelle, e una burrata che era una cosa sublime! non contento, il ragazzo è andato da un altro negozio suo amico e ci ha regalato della focaccia da premio nobel!

ci siamo portati tutto in riva al mare e ci siamo spaparanzati con piedi ammollo e focaccia e burrata in mano! spettacolo!

ripartiamo e ci dirigiamo verso alberobello, la città dei trulli. abbiamo prenotato la notte in un trullo ma non in città, bensì in aperta campagna a casa di un contadino “iper-bio”, ovvero coltivava tutto senza concimi, allevava galline, polli, conigli e pecore in maniera molto “sana”.

la notte che siamo stati lì, un coniglio ha partorito e ha fatto 7/8 coniglietti minuscoli, senza nemmeno il pelo. veramente figo!

dopo alberobello ci siamo spostati verso polignano a mare. prima però abbiamo fatto una tappa a castellana grotte, un paesino famoso per delle grotte sotterranee veramente impressionanti

sotto terra si aprono queste grotte immense, considerando che la prima apertura è alta 60 metri (quella che vedete in foto), uno spettacolo della natura. ci si addentra sempre più in profondità scovando stalattiti e stalagmiti enormi, dalla forme più strane. assolutamente da vedere se siete da quelle parti.

a quel punto siamo ripartiti per polignano, il paese dove è stato girato il film “cado dalle nubi” con checco zalone. beh, il paese è veramente una chicca, appollaiato in cima ad un cocuzzulo a strapiombo su un mare cristallino, veramente uno spettacolo.

lì ce ne siamo stati spaparanzati al mare, a fare il bagno e ad abbuffarci di focaccia pugliese, una delle più buone mai assaggiate! andate dalla focacceria “le noci” che sta sul ponte, una focaccia senza senso! superlativa!

capatina anche a monopoli il giorno dopo, dove abbiamo trovato una caletta con pochissima gente e un mare stupendo.

lasciata monopoli ci siamo diretti a rodi garganico, dove, arrivati di sera, abbiamo trovato la sgra degli agrumi, una sagra molto importante da queste parti. in effetti abbiamo capito che nei primi del 900 rodi garganico era famosa in tutta europa per i propri agrumi… io non l’avrei mai detto.

il giorno dopo, su consiglio di un locale, ci siamo diretti a peschici in una spiaggia chiamata zaiana. per arrivare non vi dico che giro assurdo che abbiamo fatto, ma la fatica ne è assolutamente valsa la pena. sembra di essere tornati a fernando de noronha, l’isola del brasile dove c’erano spiagge enormi con 4 persone in tutto.

tipo questa, o questa per farvi capire. insomma, questa spiaggia che abbiamo trovato sembra essere un marasma di persone durante luglio e agosto, ma ieri non sembrava nemmeno di essere in italia.

una spiaggia dove eravamo noi 4 e altri 6 ragazzi che stavano facendo una braciolata. mare cristallino, era talmente trasparente che non sembrava nemmeno mare. temperatura perfetta, venticello e sole nel giusto mix. un sogno!

e per finire, sopra la spiaggia abbiamo trovato il ristorante perfetto! si chiama il “trabucco”, un ristorantino in cima al cucuzzulo che prima (e ancora oggi da quanto dicono) era effettivamente un trabucco, ovvero un attrezzo fatto per pescare con le reti da riva, molto simile alle reti che abbiamo visto a fort cochin, in india.

mega mangiata di pesce da sentirsi male e poi ancora in spiaggia a godersi le ultime ore di questa puglia.

insomma, 4 giorni dove abbiamo staccato totalmente la spina dalla vita quotidiana. posti stupendi, cibo fantastico… che possiamo volere di più?

160gr di pasta come premio

160gr di pasta come premio

gnocchi fatti in casa con pesce

gnocchi fatti in casa con pesce

sta diventando mamma (forse)

attenzione, attenzione. carlotta sta stirando per la prima volta in vita sua… cosa? i vestitini del marmocchio/a!

non era mai successa una cosa del genere, fatto sta che non sapeva nemmeno come si accendeva il ferro da stiro, gliel’ho dovuto spiegare io.

fosse fosse che sta diventando “mamma” e che le sta nascendo quell’istinto primordiale da chioccia!?

io intanto un paio di camicie mie gliele nascondo tra le varie cose che sta stirando, non si sa mai!

tanti auguri bacco!

eh già… sono 33 +9 mesi… del marmocchio/a che sta dentro la pancia!