prevedo un travaglio singolare

siamo al corso preparto, dove le gestanti dovrebbero imparare a gestire questo momento tanto sconvolgente quanto stupendo. in questo incontro sono invitati anche i futuri papà, insegnano come gestire le contrazioni durante il travaglio.
si parte con il rilassamento, ovvero spiegano come rilassarsi tra una contrazione e la successiva. fanno sdraiare le future mamme su un materassino e iniziano una sessione di rilassamento.

dopo circa 5 minuti simulano una contrazione dove dicono di respirare profondamente con il naso e espirare con la bocca. mentre c’è la finta contrazione l’ostetrica batte le mani e alza la voce. tutte, ma proprio tutte, cominciano a respirare più forte. mi giro verso carlotta che sembra respirare normale. non fa come le altre

la cosa si ripete per ben 4 volte e tutte e 4 le volte carlotta non segue la respirazione come facevano tutte. beh, la spiegazione è semplice: si era addormentata! ma si può dico io? cioè l’ostetrica strillava e batteva le mani quando c’era la finta contrazione, e lei invece stava proprio facendo una pennica!

non contenta di ciò, si sveglia, va in bagno a fare pipì esattamente quando l’ostetrica spiega come posizionarsi quando bisogna spingere il bambino fuori.

che dire: a meno che non prendiamo ripetizioni, in quel momento improvviseremo!

Leave a Comment

*