Archive for dicembre, 2011

weekend in amicizia

questo weekend, visto che ponzo era tornato dai suoi perenni viaggi, siamo stati a casa sua a pietrasecca… eravamo 8 persone e abbiamo dormito tutti su dei materassi per terra come se avessimo 15 anni… cosa che in realtà di testa abbiamo!

presenti eravamo io, bacco, marco, laura, ponzo, manuel, mimosa e sergio.

insomma siamo partiti sabato mattina divisi un due macchine, una solo uomini e l’altra di donne che ci hanno raggiunto nel pomeriggio.

noi uomini, alle 4 eravamo già ubriachi… avevamo mangiato già due pezzi di pizza bianca col prosciutto a testa, un pezzo di pizza rossa calda a testa, una schiacciatina, un caffè e qualcuno anche un biscotto con la nutella… per sgrassare la bocca 5/6 mandarini a testa… il tutto con 3/4 bicchieri di vino rossoda 14 gradi… insomma, alle 5 eravamo già bruciati!

chiaramente, essendo 15enni, abbiamo fatto la chiusa in casa giocando a fifa12 su ipad utilizzando come controller gli iphone… che spettacolo, se non fossero arrivate le donne alle 6 saremmo potuti andare avanti fino alla mattina senza colpo ferire!

insomma, alle 6 sono arrivate le donne e abbiamo cominciato (continuato) a cucinare tutto quello che avevamo comprato… sul fuoco del camino abbiamo cotto qualunque cosa passava sul tavolo… bruschette, braciole, salsicce, costatine… dalle 7 alle 11 non abbiamo fatto altro che mangiare, alla faccia di chi ci vuole male!

a mezzanotte abbiamo cominciato a giocare a taboo, uomini contro donne chiaramente… che ve lo dico a fare, è quasi finita con due divorzi e amicizie decennali mandate a rotoli!

il giorno dopo, visto che la sera prima ci eravamo tenuti leggeri, abbiamo ben pensato di andare a tagliacozzo dove, dopo una rapida passeggiata, ci siamo chiusi in una trattoria, che in realtà è nel paese chiamato tufo, a mangiare delle “misere” porzioni da camionisti rumeni!

ci hanno portato dei piatti che, non esagero, dire che fossero per due persone è un eufemismo… mai visto porzioni del genere, per la pasta saranno stati 3 etti a testa… la polenta era sufficiente per 3 persone! una cosa senza senso! ad ogni modo la polenta era la polenta con le spuntature più buona che abbia mai sentito, era una cosa da sturbo. ci siamo sfondati da rotolare e abbiamo speso 13 euro a testa! se siete da quelle parti non potete sbagliarvi, andate a tufo, un paese che conterà 100 anime e chiedete dell’unica trattoria del posto, non potete sbagliarvi!

tornato a casa, per cercare di spurgarmi un po’, ho avuto la geniale idea di andare a correre… un altro po’ mi vomitavo anche l’anima… prossima settimana a stecchetto anche perchè poi domenica ho la mezza maratona da fare entro 1h e 30′ per un mio amico per poi potersi iscrivere a new york il prossimo anno… se non mi riprendo manco la finisco! :-)

menomale che c’è la tecnologia!

anche perchè se fosse per carlotta saremmo veramente in braghe di tela! ma partiamo dall’inizio, come è solito fare…

alla prima visita ginecologica, alla domanda “quando ha avuto l’ultima mestruazione?” carlotta è entrata in panico e, come suo solito fare, ha sparato una data più o meno a caso, ovvero il 29 settembre. da quella data, fondamentale, partono tutti i calcoli per le analisi, le ecografie, le misurazioni del feto, la data del parto ecc. ecc.

oggi abbiamo fatto la prima ecografia “seria” in cui cosetto, anche chiamato intimamente “ttrrrrr” per via della velocità del battito cardiaco misurato, aveva effettivamente un aspetto umano, insomma era riconoscibile la testa, il corpicino, le gambe, le braccia… insomma si capiva che era veramente uno di noi!

quando carlotta ha confermato alla dottoressa che le ultime mestruazioni erano del 29 settembre, la dottoressa ha fatto una faccia strana perchè le misurazioni che stava facendo non le tornavano… era più grande dei calcoli fatti basandosi sulla data del 29 settembre, quindi c’era qualcosa che non quadrava. rivedendo tutte le misure, la lunghezza del corpo, la dimensione del cranio ecc. ecc. la dottoressa ha detto che carlotta era incinta da 12 settimane +5 giorni, ovvero di una decina di giorni in più di quanto dicesse carlotta. alchè, carlotta, ripresasi dallo shock di vedere che dentro di lei qualcosa di umano stava crescendo, ha detto “ahhh forse mi sono sbagliata la data delle ultimi mestruazioni…”

senza parole, veramente senza parole!

cmq, passiamo alla visita…

dire che sia stata emozionante è veramente poco… qui vedete una foto ma muovendo lo strumento tttrrrr si vedeva in 3D ed era fighissimo… aveva le mani davanti alla faccia e le gambe incrociate. stava dormendo e non si voleva svegliare (si doveva svegliare per prendere la misura del cranio perchè in quella posizione non era possibile farla). la dottoressa ha spinto sulla pancia e ttrrrr si è svegliato (dorme come la madre, non c’è niente da fare, non se sveglia manco con le cannonate) e ha mosso testa, braccia e gambe, faceva veramente impressione!

insomma, bellissima emozione!

invernalissima

ieri abbiamo partecipato all’invernalissima 2011, una mezza maratona che si corre ai piedi di assisi

beh dire che facesse freddo è chiaramente un eufemismo… d’altronde una gara che si chiama “invernalissima” come può essere?

siamo usciti la mattina dal bed and breakfast che faceva 1 grado. siamo arrivati alla partenza alle 8.30 e la temperatura era identica. mai corso con questa temperatura.

abbigliamento totalmente invernale: pantaloni lunghi, maglia termica, maglietta sopra, guanti e scaldacollo e cmq durante il riscaldamento battevamo i denti dal freddo!

la gara, seppure dicessero che era veloce, secondo noi è stata tosta… soprattutto tra l’11imo e il 12imo km, c’erano dei falsi piani (in salita) che ti fregavano veramente. correndo ti sentivi più stanco, cercavi di mantenere il ritmo, guardavi l’orologio e vedevi che stavi rallentando… insomma non era proprio velocissima come gara.

gara chiusa in 1h 28′ 24″… onesta per essere “fuori stagione”!

ma loro, che fanno?

ogni tanto mi fermo a pensare ai tipi di vita totalmente diversi dal mio e, in questi momenti, non so perchè, mi vengono sempre in mente personaggi “famosi” italiani che sono spariti da un po’.

non me ne vogliano (come se leggeranno mai questo blog), ma ogni tanto mi chiedo come è la giornata tipo di personaggi come, che ne so, claudio baglioni, ramazzotti, gerry calà o la parietti. quando un pappalardo si alza la mattina, che fa? come passano le giornate questi personaggi come marco predolin, heather parisi o lory del santo? (ce ne sono decine, non solo loro chiaramente)

sarei veramente curioso… che fanno? vanno a fare la spesa? vanno in palestra? fanno qualche tipo di lavoro? fanno aperitivi e bella vita tutti i giorni tutto il giorno?

bah… ogni tanto me lo chiedo e non trovo risposta!

lavoretti natalizi

quest’anno, per la prima volta, stiamo passando qualche giorno di ferie a casa, novità assoluta per la famiglia martinoli/baccolini… ad ogni modo sto sfruttando questi giorni per fare qualche lavoretto a casa, come dipingere il tavolo che abbiamo comprato una mesata fa.

beh, questo era come si presentava il tavolo appena comprato

 

questo durante la lavorazione (prima una bella scartevetrata con la levigatrice, poi la cementite e infine il colore)

e questo è il risultato finale… non male no?

ok, lo sappiamo, le sedie non c’entrano niente… piano piano!