Archive for ottobre, 2011

ed ecco le foto del vietnam e della cambogia

finalmente, dopo tanto penare, eccovi le foto del vietnam e della cambogia… queste sono solo 50 foto stile reportage, quindi io e carlotta non ci siamo quasi mai… spero a breve di mettere online anche quelle in stile “foto ricordo”.

ddl intercettazioni

il nostro caro governo sta discutendo un decreto che prevede, tra le altre cose, anche l’obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine.

purtroppo, la valutazione della “lesività” di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all’opinione del soggetto che si presume danneggiato.

quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiedere l’introduzione di una “rettifica”, volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.

per questo motivo, siti cardini delle rete come wikipedia, rischiano di dover cessare l’attività in italia in quanto non possono essere costretti a chiudere una o più pagine senza nemmeno entrare nel merito della questione.

beh, che dire, tra tutti gli enormi problemi che abbiamo e in cui versiamo, i nostri governanti occupano il loro tempo su queste minkiate, oltretutto molto ma molto opinabili. ad ogni modo, qualunque commento è superfluo, pensano sempre e comunque al proprio orticello.

Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
Articolo 27

«Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici.

Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.»

ciao steve!

censimento della popolazione italiana buggato

ci sono delle cose che mi fanno veramente sbroccare, e stamattina ne e’ capitata una di queste.

da bravo italiano informatizzato, mi collego sul sito dell’istat per compilare il 15imo censimento della popolazione italiana. home page del sito molto carina, login in evidenza e ben chiaro.

faccio il login con le credenziali che mi sono state spedite, inserisco i miei dati e i dati di carlotta. faccio click su “avanti” e questa e’ la pagina che mi si presenta.

niente, non c’e’ stato verso di andare avanti e?o di ricominciare l’inserimento dei dati.

io adesso mi domando: possibile che questi mega dirigenti dell’istat (pagati chissa’ quanto) non siano riusciti a fare (anzi a far fare, visto che sicuramente sara’ stato fatto in outsourcing pagato fior di quattrini a qualche multinazionale della consulenza) un sistema come dio comanda per evitare questi errori? come si fa, nel 2011, a creare un prodotto cosi buggato? insomma, non siamo nel 1995, agli albori della rete internet, dove magari ci poteva anche stare un sito con problemi, ma minkia! siamo nel 2011, non e’ concepibile una cosa del genere, mi rifiuto proprio di pensare che non funzioni il sito per fare il 15imo censimento nazionale di tutta la popolazione italiana!!!

non finiro’ mai di stupirmi comunque!

se fossi nato meccanico sarei morto di fame

le’ proprio cosi, oggi per cambiare due lampadine degli anabbaglianti ci ho messo 45 min! ma partiamo dal principio.

la macchina io non la uso mai, ma veramente mai, la usa solo carlotta tutti i giorni per andare a prendere i mezzi. fatto sta che le uniche volte che la prendo io il weekend trovo sempre qualcosa che non funziona. chiaramente lei dice sempre “guarda l’ultima volta che l’ho presa io funzionava tutto, si deve essere rotto adesso!” vabbeh…

stavolta siamo usciti di sera e nessuno dei due fari anabbaglianti funzionava, praticamente era come guidare al buio. menomale che ho i fendinebbia e con quelli si riusciva a guidare tranquillamente.

fatto sta che ieri ho comprato le lampadine e stamattina mi sono messo in garage a cambiarle. apro il libretto delle istruzioni che in 3 righe 3 dice: apri il cofano, togli il coperchio, ruota il portalampada di mezzo giro e sostituisci la lampadina. facile, dico io! non proprio direi… a parte che il libretto dice di togliere il coperchio dell’abbagliante invece che dell’anabbagliante, poi bisogna essere dotati delle mani di un bambino di 3 anni per riuscire a manovrare in quegli spazietti!

insomma dopo 45min di smadonnamenti, di graffi sulle mani, di zanzare che mi hanno massacrato i reni (perche’ piegato avevo la schiena scoperta) sono riuscito a portare a termine la missione!

ora capisco perche’ quando li cambi dal benzinaio i prezzi sono il doppio delle lampadine

il vero vietnam oggi è qui

20111020-103238.jpg
ma quanta pioggia ha fatto oggi a roma? tutto completamente bloccato! alberi cascati, metro allagata, strade chiuse, autobus fermi… un vero delirio.
neanche fosse il monsone indiano. un disastro!

wherethehellismatt? here with us!

prima di parlare di questo articolo guardatevi questo stupendo video

beh ieri, 23 ottobre, matt era a roma e grazie al potere di internet, insieme a lui c’erano circa altre 500 persone (compreso io, carlotta, marco, laura e francesco) a ballare insieme a lui a piazza del popolo.

abbiamo iniziato con il suo balletto tipico ma per il video di quest’anno, wherethehellismatt world tour 2011, matt ha fatto delle evoluzioni con dei nuovi balletti che poi monterà lui con qualche musica spettacolare come quella del video del 2008.

questa è una foto alla sua macchina fotografica quando ci ha riuniti tutti sotto l’obelisco di piazza del popolo

per l’occasione, marco si è immolato come cameraman (lavoro complicatissimo quello di spingere rec/stop sulla telecamera sopra un cavalletto)… cmq grazie a questo ci siamo entrati in confidenza e siamo andati a prenderci un aperitivo insieme dove ci ha raccontato un po’ come è nata la cosa, come si guadagna da vivere ecc. ecc.

insomma, lui lavoravo come designer di videogames in australia, un giorno ha sbroccato e ha deciso di viaggiare per il mondo… la cosa del balletto non era stata pensata ma gli è venuta in mente in uno dei tanti viaggi.

nel 2008 ha addirittura trovato uno sponsor, una marca di chewing gum, che gli ha pagato un po’ le spese. quest’anno invece non ha sponsor e si sta pagando tutto da solo… come fa, direte voi… beh vi dico solo che a roma ha venduto più di 1.000€ di tshirt a 12€ l’una, finendo tutte quelle che si era portato da vendere con la gente disperata che non poteva comprarsi una sua tshirt.

beh, ha vinto veramente lui, tanto di cappello!

 

trony, sempre più coglioni

è bellissimo… nel 2008 scrissi un post sull’apertura di trony a euroma2, dove ci fu un assalto degno dei migliori film di fantozzi dove si uccidono per mangiare al buffet del villaggio. beh, stamattina ho letto su internet che è successa la stessa cosa a roma nord, sempre grazie all’apertura di un nuovo trony.

si parla di file interminabili di macchine, di corso francia trasformata in un parcheggio con motorini e macchine parcheggiate nei modi più improbabili. si dice che ci fossero delle persone accampate dalle 5 di mattina per poter comprare l’ultimo gadget scontato.

ora, non voglio dire che sia sbagliato cercare il risparmio, io sono il primo a cercare di risparmiare quando possibile. però così mi sembra sinceramente esagerato, non ci si può ammazzare per risparmiare 100 euri.

e comunque non può bastare l’apertura di un trony per bloccare mezza roma… e dai no!

articolo di repubblica