ing. marcello gargano 2

tempo fa avevo postato un articolo su un tentativo di truffa fatto su subito.it relativamente alla vendita di una macchina fotografica.

in men che non si dica ho ricevuto decine e decine di email e commenti di altre persone che avevano subito lo stesso tentativo. alcune si erano salvate leggendo il mio articolo, altre invece purtroppo ci erano cascate.

tra tutti questi commenti, sappiate che ce ne sono stati alcuni, sempre dallo stesso IP e distanziati di pochi minuti l’uno dall’altro, di un tale che mi ha minacciato di denunce, di togliere i dati pubblicati ecc. ecc. oltretutto scritti in un pessimo italiano, con le “h” messe a caso davanti alle congiunzioni.

il bello di tutto ciò è che questa persona, oltre a mandarmi questi messaggi, ha mandato messaggi (sempre stesso IP e stessi orari) spacciandosi per persone truffate e addirittura spacciandosi per brigadiere che avrebbe iniziato le indagini sulle truffe segnalate. un individuo abbastanza dissociato direi.

in ogni caso, visto che il mio post (che ora è stato tolto) era nato per aiutare le persone a non essere truffate e solo per quello, ora mi sono un po’ stancato.

per ora ho tolto l’articolo ma ho registrato tutti gli IP di cui sopra e, per quanto ne possa sapere poco io di legge, millantare di far parte delle forze dell’ordine non penso sia molto legale. peccato che non posso rispondere personalmente a quei commenti/messaggi visto che l’individuo in questione utilizza indirizzi email falsi e offensivi.

per concludere: ricordatevi di non pagare MAI con postepay e se siete dubbiosi non portate a termine l’acquisto, meglio un affare perso che centinaia di euro buttate al cesso.

Comments are closed.