triathlon sprint santa marinella

ieri ho gareggiato a santa marinella, gara di triathlon sprint della coppa forhans (sprint significa 750mt di nuoto, 20km di bici e 5km di corsa).

la mattina sono arrivato abbastanza presto, volevo prendermela con comodo visto che a capalbio un altro po’ non riuscivo nemmeno a mettere la bici sulla rastrelliera. insieme alla pazientissima bacco siamo arrivato sul posto 2h prima, parcheggiato e con calma fatto tutto.

ho incontrato anche un altro atleta con cui ci siamo conosciuti direttamente su internet (ehhh ‘ste nuove tecnologie!) attraverso i rispettivi blog.

ieri era anche il giorno del debutto della mia nuova bici con tanto di scarpine appena comprate. proprio sulle scarpine c’è un bellissimo aneddoto da raccontare. mi sono allenato durante la settimana a montare “alla bersagliera” sulla bici con le scarpe già attacate ai pedali per poi infilare i piedi al volo… impresa abbastanza difficile da fare, soprattutto in gara. soprattutto perchè con il peso, le scarpe si “cappottano” e quindi infilarci i piedi al volo diventa veraente complicato.

invece vedo un altro paio di persone con le scarpe attaccate ai pedali ma con degli elastici che partivano dal tacco delle scarpe per essere legati su un pezzo della bici, in modo tale che la scarpa rimanesse parallela alla strada per rendere “l’infilaggio” del piede più semplice.

detto, fatto. chiedo un paio di elastici e mi attrezzo per fare sta cosa. mi metto la, mi ingegno un po’ e alla fine riesco a mettere ‘ste due scarpe parallele alla strada.

si parte, il mare è un po’ mosso, soprattutto in uscita ci sono onde belle lunghe. come al solito, in partenza è un massacro, botte a destra e a sinistra… alla fine riesco a non affogare e a finire la frazione di nuoto. esco e comincio a cercare di togliermi la muta… impresa sempre complicatissima, almeno per me… le caviglie non mi escono mai, è uno strazio e una fatica paragonabile ai 750mt di nuoto. alla fine riesco a togliermi ‘sto mega preservativo di dosso, prendo la bici e scalzo corro fino all’uscita della zona cambio… momento fatidico, devo saltare sulla bici e infilare i piedi nelle scarpe.

do una spinta alla bici, salto alla bersagliera, col culo cado perfettamente sulla sella ma c’è un imprevisto non calcolato… essendo bagnato il culo mi scivola dalla sella e cado rovinosamente con le palle sulla canna della bici… a ripensarci fa troppo ridere, un po’ alla fantozzi, ma lì per lì ho dato una botta alle palle clamorosa!

risalgo, con calma, e parto per i 20km di bici.

concludo 93imo su 190 iscritti, sempre più o meno a metà classifica… tempo totale: 1h 05m 47sec
nuoto: 15’26” (117°)
bici: 30’14” (111°)
corsa: 20’07” (84°)

bella garetta, l’ultima della stagione… adesso arriva il freddo, quindi giu con il potenziamento!

6 Commenti

  1. Il tuo nome *riccardo mariani

    Inserisci il tuo commento qui
    dove sono i risultati completi e le frazioni??
    per me e’ stata la prima gara a 40 anni….vengo dal nuoto agonistico e adesso master velocista ….parecchie medaglie ai camp italiani…
    grazie e rispondimi se puoi mariomba@hotmail.it

  2. Stefano

    93° tu e 128° io ad 1h09’09”
    questa l’hai vinta tu, il prossimo hanno istituiamo la “coppa scarsi” e non te la lascerò vincere così facilmente :-)
    (stefano – l’atrlo blogger)
    se ci sei ci vediamo alla mezza di fiumicino il 14 novembre, a presto!

    http://stefanolacara.blogspot.com/

  3. Marco Baldi

    Ciao, bello il tuo blog che ho trovato “per caso”. A S. Marinella c’ero anch’io a chiudere la stagione. Faccio triathlon da 3 anni e, dolori vari a parte, mi sto divertendo parecchio. Ho visto che hai migliorato molto rispetto al tuo primo Sprint a Labaro. Per migliorare ancora penso ci sia una strada obbligata: bisogna imparare a nuotare. Si esce prima dall’acqua, poi si sta comodamente a ruota con gente più forte e alla fine si corricchia come si può. Consiglio l’iscrizione ad una squadra master di nuoto, cosa che ho cominciato a fare da 1 mese. L’anno prossimo vedremo se funziona (quantomeno non rischierò di affogare come mi è successo al lago di Vico).
    Ciao, Marco

  4. maurizio

    @Marco Baldi
    ciao marco… grazie per la tua visita!
    è vero, sono migliorato ma il triathlon di labaro era durissimo, considera che il primo l’ha chiuso in 1h e 15m, era veramente tosto!
    è vero, dovrei nuotare con i master ma il problema è che non riesco ad allenarmi ad orari fissi e non riesco a prendere un impegno con una squadra master… cmq farò del mio meglio la prossima stagione! ci vediamo sui campi di gara!

  5. Complimenti il tuo racconto di S. Marinella è spassosissimo :-)
    Mi sono imbattuta sul tuo blog perchè cercavo info sulla gara del 2010. Da un pò mi sono fissata co il triathlon (ero partita con velleità da IM solo perchè avevo finito una maratona dopo 9 mesi che avevo iniziato a correre, ma subito mi sono ridimensionata…)
    Cosi penso di esordire a S. Marinella quest’anno e ho iniziato ad andare in bici sono da un mese, nel senso che da 3-4 uscite ho avuto il coraggio di montare i pedali clipless e ad usarli, cadendo per ora una sola volta ma temo che succederà ancora. Complimenti anche per i tuoi risultati, attualmente a me servirebbe il doppio del tempo in tutto in ciascuna disciplina…

  6. maurizio

    @loredana non ti preoccupare… piano piano si riesce a fare tutto!

Leave a Comment

*