wonder woman

non avete idea dell’acqua che ci siamo presi a cavallo.
mentre eravamo nel punto più lontano da casa ci siamo presi un temporale con acqua a secchiate. considerate che se fossimo entrati tutti vestiti con gli zaini in un fiume saremmo stati meno nagnati perchè almeno l’acqua piano piano sarebbe scolata. invece qui è stata un’ora di continuo, non sapete quanta ne è scesa.
bacco si è iperincazzata con me perchè non mi sono portato il k-way e ho usato il suo per lo zaino dove tengo la macchina fotografica!
al ritorno, per quanta acqua veniva pure il campesiños ha deciso si accelerare e siamo tornati al trotto, con buona pace dei nostri culi. era bellissimo perchè un po’ strillavo al cavallo di accelerare, un altro po strillavo per il dolore al culo e alle cosce che ormai avevano le piaghe dovute ai pantaloni bagnati.
alla fine, dal punto in cui ci ha lasciati a tornare alla casa particular ci siamo fatti indicare la strada da uno che ci ha mandati in un cazzo di canale di scolo dove acqua e fango ci arrivavano alle caviglie.
anche se carlotta mi bestemmiava contro devo dire che è stata abbastanza wonder woman. un’altra mi avrebbe chiesto la separazione, invece lei rosicava solo del k-way.
cmq nel canale di scolo ci è venuto contro un po’ di tutto, da rifiuti vari a pesci morti, da scarponi a resti di altri animali non identificati.
cmq veramente figo, sembrava la scena della pubblicità “no alpitour? aiaiiaaiiaaii!!!”
al ritorno per strada mi sono tolto le scarpe e ho camminato scalzo fino alla prima fontanella per sciacquare tutto.
la signora della casa quando ci ha visto gli abbiamp fatto talmente pena che ci ha fatto al volo 2 zuppe calde.
cmq troppo figo, lo rifarei 100 volte, magari con un cuscino sotto al culo!

Leave a Comment

*