campo nomadi

oggi, per il corso di fotografia, siamo stati ad un campo nomadi di roma. chiaramente, i capi del campo erano d’accordo con il titolare della scuola per farci fare le foto e soprattutto ci hanno assicurato di essere sicuri all’interno del campo.

noi eravamo un po’ tutti preoccupati, obiettivamente, visto che con i nomadi misa’ che nessuno ha mai avuto un buon rapporto. in ogni caso stamattina siamo tutti andati come allegra comitiva su via della magliana.

all’inizio c’era il totale imbarazzo, sembrava più una gita allo zoo, con i bambini che ti assalivano e gli adulti che obiettivamente erano molto tranquilli. manuel si stava cagando sotto, tanto è vero che mi fa “oh, ma non è che me rubano la macchina?”. ora, dovete sapere che la macchina di manuel, una punto blu dell’era di cartagine, è un mezzo catorcio. io gli faccio “oh manu, tranquillo che con quel cesso pensano che sei uno di loro e si attaccano a qualche altra macchina”.

in tutto questo, marco che sapeva che andavamo la, la sera prima ci fa “oh rega’, visto che andate la vedete se trovate un paraurti per la jeep mia…”

insomma, dopo i primi minuti di imbarazzo ci siamo lasciati andare e abbiamo cominciato a scattare foto a più non posso. è andata abbastanza bene, loro erano molto “complici” nel farsi fare le foto e, a parte qualche bambino rompiballe, alla fine l’esperienza è stata positiva!

Leave a Comment

*