puntine: la prima volta non si scorda mai

ieri la mia “nuova” vespa, l’ultima che ho preso, quella chiamata “maurizio” visto che è stata immatricolata il 10 agosto del 1978, non ne voleva sapere di accendersi! considerate che ha sempre funzionato come un orologio svizzero, sempre accesa alla prima botta di pedivella!

mi sono messo lì, ho cominciato a smontare la candela, ho provato a cambiarla ma niente! a quel punto ho provato a capire dove fosse il problema e ho provato a mettere a massa la candela per vedere se arrivava la corrente… niente! nessuna scintilla! shit! dovevano per forza essere le puntine, ovvero due pezzetti di ferro che si devono aprire e chiudere per dare corrente alla vespa. se rimangono attaccati non c’è verso che passi la corrente, quindi la vespa non si accende!

il libretto di manutenzione da questa immagine

e cita testualmente

seeeeeeeeeeeee, ma come minchia lo misuro 0,3/0,5mm… mission impossible! invece alla fine mi sono messo di punta, mi sono studiato un po’ di manuali, un po’ di forum su internet e dopo un bagno di sudore, zanzare che mi attaccavano da tutte le parti, sono riuscito a far staccare le puntine quel tanto che basta per far passare la corrente!

insomma, ci sono poche soddisfazioni nella vita, far ripartire una vespa è una di quelle! :-)

1 Commento

  1. Emiliano

    So benissimo che soddisfazione si pùo provare riuscire a far ripartire una vespa che non ne vuole sapere e solo un vespista può capirti, gli altri ti diranno: “ancora ce perdi tempo co sta cosa…?” a me è capitato…
    Comunque, se non lo avevi mai fatto, complimenti!

    Emiliano.

Leave a Comment

*