pellegrinaggio alla mecca del vespista

ieri siamo stati insieme al vespa club roma al museo piaggio di pontedera, meta di pellegrinaggio di ogni buon vespista.

il museo, obiettivamente, non era grande come me lo aspettavo e non c’erano tutti i modelli prodotti dal 1946. tuttavia c’erano dei modelli da sturbo per chi è appassionato. dal primo protoptipo detto “paperino” che non venne mai prodotto perchè molto poco accattivante, alla vespa 6 giorni che ritengo sia la pià bella vespa mai prodotta. passando ancora per tutti i modelli unici da record come la vespa siluro, che sulla roma-ostia nel 1951 raggiunse i 171 km/h, velocità impensabile per quei tempi.

altre curiosità comprendevano la vespa detta “dalì”, ovvero una vespa di due ragazzi spagnoli che nel 1962 decisero di fare un viaggio da madrid ad atene. dopo due giorni di viaggio in spagna incontrarono salvador dalì che dipinse le chiappe della vespa con il suo nome. questa vespa, quando esce dal museo, viene assicurata per 2 milioni e mezzo di euro!

ancora una vespa utilizzata in un film di 007 del 1967, modificata con una scocca  di vetroresina, che nella finzione del film era in grado di andare su strada, immergersi come un sommergibile e volare come un elicottero!

insomma, bellissimi pezzi da collezione e soprattutto tante curiosità derivanti dagli innumerevoli documenti cartacei recuperati. da vedere.

Leave a Comment

*