un posto in paradiso

questa volta ce lo siamo proprio prenotato il posto in paradiso! ci siamo svegliati alle 2.05, alle 2.30 siamo partiti e in bus abbiamo raggiunto la base dell’escursione da dove alle 3.05 siamo partiti.
ci hanno assegnato una guida che era una creatura mezza uomo e mezza capra, teneva un passo assurdo!
la lonely dava 3 ore, noi alle 5 eravamo in vetta.
la salita è stata abbastanza dura anche perchè abbiamo camminato perennemente con l’odore di merda di cammello che non aiutava il misticismo dell’ascesa (eh sì, anche qui c’erano i cammelli che volendo ti portavano quasi in cima a parte 750 gradini, la parte più dura!)
in più faceva un freddo assurdo, in vetta eravamo con la felpa.
belli sono stati i canti religiosi in aramaico (non so se era aramaico, cmq non si capivano e aramaico fa più figo) che hanno fatto altri gruppi che sono saliti mentre stava albeggiando.
la discesa è stata forse più tosta della salita: abbiamo fatto un’altro sentiero fatto solo di scalini sconnessi di pietra di 40 cm l’uno… ben 3750 scalini… le ginocchia hanno chiesto pietà. alle 8 eravamo tornati a valle.
insomma duro ma molto bello!
ora ci aspettano 7 pre di bus verso il cairo.
(ps: ho la schiena spaccata per le jeep di ieri)

Leave a Comment

*